Navigare al tramonto

Condizioni Generali

 
logo grande 2000.png

CONDIZIONI GENERALI DI VIAGGIO CULTOUR

1. PRENOTAZIONI E LEGGE APPLICABILE

La domanda di prenotazione deve essere redatta sul modulo contrattuale (se del caso elettronico) messo a disposizione dall’organizzatore, se del caso elettronico, compilato in ogni sua parte. L’accettazione delle prenotazioni si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo nel momento in cui il viaggiatore farà pervenire, anche a mezzo sistema telematico, a Cultour prova della prima ricevuta di acconto o quando utilizzerà i sistemi elettronici di pagamento messi a disposizione dall'organizzatore che produrranno, automaticamente, tale evidenza.  Le indicazioni relative ai servizi di viaggio non contenute nei documenti contrattuali, negli opuscoli ovvero in altri mezzi di comunicazione scritta, saranno fornite dall'organizzatore mediante l’invio telematico di un programma dettagliato non oltre 15gg prima della partenza.

Il contratto si intende concluso fra organizzatore e viaggiatore sotto la giurisdizione Brasiliana e si ritiene assoggettato esclusivamente alla legge, processuale e sostanziale, di quest’ultima nazione. Il foro competente sarà quello della sede legale dell’organizzatore.

2. PAGAMENTI, TASSO DI CAMBIO E CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA

All’atto della prenotazione dovrà essere corrisposta la quota di iscrizione ed un acconto pari al 50% della quota di partecipazione. Il secondo acconto, anch’esso pari al 50% del totale del viaggio,  dovrà essere pagato improrogabilmente entro 30gg dalla partenza. Per prenotazioni di viaggio con partenza entro la scadenza dei successivi 30gg, l’intero ammontare dovrà essere versato,  salvo accordo diverso dalle parti, in unica soluzione, al momento della prenotazione.

Le previsioni del presente articolo sono da considerarsi essenziali per il regolare svolgimento del rapporto contrattuale e, pertanto, il mancato ricevimento da parte dell’organizzatore della prova della corresponsione delle somme suindicate sarà considerato inadempimento del viaggiatore e ciò potrà determinare la facoltà dell’organizzatore di attivare risoluzione di diritto dello stesso secondo il vigente diritto civile Brasiliano, fatto salvo il risarcimento degli ulteriori danni subiti dall’organizzatore. L'organizzatore riconoscerà come regolarmente avvenuti i pagamenti direttamente effettuati dal consumatore al proprio mandatario agente di viaggio, sempre che gi stessi risultino conformi agli accordi conclusi per iscritto tra lo stesso organizzatore e quest'ultima.

Ove il pagamento avvenisse in valuta diversa da quella corrente Brasiliana il tasso di cambio applicato per la determinazione del prezzo finale del viaggio è basato sulla conversione €/Reali Brasiliani indicata dall'organizzatore di viaggio nei documenti di viaggio e/o sito web. Qualora al momento del saldo il tasso di cambio dovesse essere sceso oltre la soglia indicata in essi documenti, è espressamente riconosciuto all’organizzatore la facoltà di richiedere il conguaglio sull’importo complessivo dei servizi contrattualizzati al tasso di cambio €/Reali Brasiliani vigente al momento del saldo stesso.​

3. PREZZO

Il prezzo dei servizi inclusi nel contratto è determinato nello stesso. Esso potrà essere aumentato fino a 20 giorni precedenti la partenza e soltanto in proporzione alle variazioni di:

  • costi di trasporto, incluso il costo del carburante

  • diritti e tasse su alcune tipologie di servizi turistici quali imposte, tasse di atterraggio, di sbarco o di imbarco nei porti e negli aeroporti

  • tassi di cambio applicati al pacchetto in questione​

4. MODIFICHE RICHIESTE DAL VIAGGIATORE

Le modifiche richieste dal consumatore a prenotazioni già accettate obbligano l'organizzatore soltanto se e nei limiti in cui possono essere soddisfatte. In ogni caso la richiesta di modifiche comporta l'addebito al consumatore delle maggiori spese sostenute. Le spese minime di variazione per servizi già confermati sono pari a € 50, salvo ulteriori spese eventualmente addebitate dai fornitori di servizi.

5. RECESSO DEL VIAGGIATORE

a) Recesso senza penalità

Il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, senza  pagare penali, nelle seguenti ipotesi:

- aumento del prezzo di cui al precedente art. 3  in misura eccedente il 10%

- modifica in modo significativo di uno o più elementi del contratto oggettivamente configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del pacchetto turistico complessivamente considerato e proposta dell'organizzatore dopo la conclusione del contratto stesso prima della partenza e non accettata dal consumatore.

Nei casi di sui sopra, il consumatore ha alternativamente diritto:

- ad usufruire di un pacchetto turistico alternativo a lui offerto, senza supplemento di prezzo o con la restituzione dell'eccedenza di prezzo, qualora il secondo pacchetto turistico abbia valore inferiore al primo;

- alla restituzione della sola parte di prezzo già corrisposta.

Il consumatore dovrà dare comunicazione scritta della propria decisione (di accettare la modifica o di recedere) entro e non oltre due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l'avviso di aumento o di modifica. In difetto di espressa comunicazione entro il termine suddetto, la proposta novativa formulata dell'organizzatore si intende accettata.

b) Recesso e penalità

Al consumatore che receda dal contratto prima della partenza al di fuori delle ipotesi elencate nei precedenti commi, sarà addebitato – oltre alla ritenzione del pagamento dell'acconto di cui all'art. 4, 1° comma ed oltre al costo individuale di gestione pratica - il corrispettivo per il recesso nella misura di:

  • 40% della quota di partecipazione sino a 30 giorni di calendario prima della partenza;

  • 50% della quota di partecipazione da 29 a 18 giorni di calendario prima della partenza;

  • 70% della quota di partecipazione da 17 a 10 giorni di calendario prima della partenza;

  • 90% della quota di partecipazione da 9 giorni di calendario a 3 giorni lavorativi (escluso il sabato) prima della partenza.

Nota importante:

nessun rimborso spetta al viaggiatore dopo tali termini o al viaggiatore che non si presenti alla partenza o decida di interrompere il viaggio o soggiorno già intrapreso. Le somme sopraindicate  dovranno inoltre essere corrisposte da chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza o irregolarità dei previsti documenti personali di espatrio. Nel caso di gruppi precostituiti valgono le somme di cui sopra salvo specifici accordi, intercorsi di volta in volta alla firma del contratto.​

6. SOSTITUZIONI

Il viaggiatore che sia nell'impossibilità di usufruire del viaggio prenotato può farsi sostituire da altra persona, sempre che:

  1. - l'Organizzatore ne sia informato per iscritto entro e non oltre 4 giorni lavorativi prima della data fissata per la partenza ricevendo contestualmente le generalità del cessionario;

  2. - non vi ostino ragioni attinenti il passaporto, i visti, i certificati sanitari, la sistemazione alberghiera, i servizi di trasporto o comunque tali da rendere impossibile la fruizione del pacchetto da parte di persona diversa dal cliente rinunciatario;

  3. - la persona subentrante rimborsi all'organizzazione tutte le spese sostenute per procedere alla sostituzione nella misura che gli verrà quantificata all'atto della comunicazione della cessione. L'organizzatore non sarà comunque responsabile dell'eventuale mancata accettazione del nuovo nominativo da parte di terzi fornitori di servizi.

Il cliente rinunciatario dovrà in ogni caso corrispondere la sola quota di iscrizione se prevista. Sarà inoltre solidamente responsabile con il cessionario per il pagamento del saldo del prezzo nonché degli importi di cui alla lettera "c" del presente paragrafo.​

7. MODIFICA O ANNULLAMENTO DEL PACCHETTO TURISTICO PRIMA DELLA PARTENZA

1. Nell'ipotesi in cui, prima della partenza, l'organizzatore comunichi per iscritto la propria impossibilità di fornire uno o più servizi oggetto del pacchetto turistico e propone una soluzione alternativa, il consumatore potrà esercitare il diritto di riacquisire la somma già pagata o di godere dell'offerta di un pacchetto turistico sostitutivo proposto

2. Il diritto al rimborso, tuttavia, non sarà attivabile nel caso in cui la  dichiarazione di annullamento dipenda dallo stesso viagigatore o sia da considerarsi diretta o indiretta conseguenza di provedimenti legislativi e/o amministrativi imposti da autorità nazionali o sovranazionali. In tal caso il viaggiatore avrà diritto al rimborso della quota mediante erogazione, da parte dell’organizzatore, di un voucher di viaggio, personale, non rimborsabile e non cedibile, spendibile senza limite di tempo presso l'organizzatore stesso. Il viaggiatore può esercitare i diritti previsti ai sensi comma 1 anche quando l'annullamento dipenda dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsto nel programma.​

8. MODIFICA DOPO LA PARTENZA

L'organizzatore, qualora dopo la partenza si trovi nell'impossibilità di fornire per qualsiasi ragione, tranne che per un fatto proprio del consumatore, una parte essenziale dei servizi contemplati in contratto, dovrà predisporre soluzioni alternative che siano adeguate all’offerta inizialmente accettata. Qualora non risulti possibile alcuna soluzione alternativa, ovvero la soluzione proposta dall'organizzatore venga rifiutata dal consumatore per seri e giustificati motivi, l'organizzatore fornirà senza supplemento di prezzo un mezzo di trasporto equivalente a quello originario previsto per il ritorno al luogo di partenza o al diverso luogo eventualmente pattuito.​

9. OBBLIGHI DEI PARTECIPANTI

I partecipanti al viaggio devono essere muniti di passaporto individuale o di altro documento valido per tutti i Paesi toccati dall'itinerario inserito nel contratto di viaggio, nonché dei visti di soggiorno e di transito e dei certificati sanitari e di vaccinazione che fossero eventualmente richiesti dal/dai Paese/Paesi visitati o all’interno dei quali è obbligatorio il transito per giungere al punto di partenza dle viaggio. Rimane inteso fra le parti che è obbligo ed interesse esclusivo dei viaggiatori assumere informazione sulla tempistica di assunzione e/o somministrazione di qualsia profilassi/vaccinazione/trattamento medico sanitario che possa essere consigliato e/o obbligatorio per lo svolgimento del viaggio, senza che ciò possa in alcun modo gravare ne come onere di comunicazione ne come onere materiale sull’organizzatore di viaggio. I viaggiatori inoltre devono attenersi all'osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza, a tutte le informazioni fornite loro dall'organizzatore, nonché ai regolamenti e alle disposizioni amministrative o legislative vigenti nel paese di destinazione. Il viaggiatore comunicherà altresì per iscritto all'organizzatore, all'atto della prenotazione, quei particolari esigenze, che potranno eventualmente formare oggetto di accordi specifici sulle modalità del viaggio, sempre che ne risulti possibile l'attuazione.​

10. CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA

La classificazione ufficiale delle strutture alberghiere viene fornita nel programma di viaggio o sul sito web o sul materiale informativo soltanto in base alle espresse e formali indicazioni delle competenti autorità del paese in cui il servizio è erogato o, in assenza di classificazioni ufficiali riconosciute dalle competenti Pubbliche Autorità dei Paesi visitati, secondo una classificazione “discrezionale” elaborata dall’organizzatore tale da permettere una valutazione e conseguente accettazione della stessa da parte del viaggiatore.​

11. REGIME DI RESPONSABILITA'

L'organizzatore risponde a titolo di responsabilità contrattuale dei danni arrecati al viaggiatore a motivo dell'inadempimento totale o parziale delle prestazioni contrattualmente dovute solo se le stesse vengano effettuate da lui personalmente o da suoi dipendenti ed a meno che l’organizzatore provi che l'evento dannoso è derivato da fatto del viaggiatore (ivi comprese iniziative autonomamente assunte da quest'ultimo nel corso dell'esecuzione di servizi turistici diversamente programmate) o da circostanze estranee alla fornitura delle prestazioni previste in contratto, da caso fortuito, da forza maggiore, ovvero da circostanze che lo stesso organizzatore non poteva, secondo la diligenza professionale, ragionevolmente prevedere o risolvere.Qualora il viaggiatore abbia, invece, subito danni, di ogni tipo, da terzi fornitori dei servizi Il venditore è espressamente esonerato da ogni tipo di responsabilità ed il terzo prestatore sarà l’unico ritenuto responsabile civilmente e contrattualmente dei danni subiti dal viaggiatore. In tale ultimo caso l’organizzatore è responsabile esclusivamente in ragione delle obbligazioni nascenti dalla sua qualità di intermediario (responsabilità in eligendo) e comunque nei limiti previsti dalle leggi o convenzioni internazionali  appresso citate.​

12. LIMITI DEL RISARCIMENTO

Il risarcimento dovuto dall'organizzatore per danni alla persona non può in ogni caso essere superiore alle indennità risarcitorie previste dalle convenzioni internazionali in riferimento alle prestazioni il cui inadempimento ne ha determinato la responsabilità: e precisamente la Convenzione di Varsavia del 1929 sul trasporto aereo internazionale nel testo modificato all'Aia nel 1955; la Convenzione di Berna (CIV) sul trasporto ferroviario; Convenzione di Parigi del 1962 sulla responsabilità degli albergatori, nel testo di cui agli artt. 1783 e seguenti C.C.; la Convenzione di Bruxelles del 1970 (CCV) sul contratto di viaggio per ogni ipotesi di responsabilità dell'organizzatore. In ogni caso il limite risarcitorio non può superare l'importo di "2.000 Franchi oro germinal per danno alle cose" previsto dall'art. 13 n. 2 CCV e di "5.000 Franchi oro germinal per qualsiasi altro danno" .​

13. OBBLIGO DI ASSISTENZA

L'organizzatore è tenuto a prestare le misure di assistenza al viaggiatore imposte dal criterio di diligenza professionale esclusivamente in riferimento agli obblighi a proprio carico per disposizione di legge o contratto e comunque non oltre una ragionevole proporzione con il valore del contratto sottoscritto. L'organizzatore ed il venditore sono esonerati dalle rispettive responsabilità quando il danno patito dal viaggiatore è diretta conseguenza di fatto commesso e/o imputabile allo stesso o è dipesa dal fatto di un terzo a carattere imprevedibile o inevitabile, ovvero da caso fortuito o di forza maggiore.​

14. RECLAMI E DENUNCE

1. Ogni mancanza nell'esecuzione del contratto deve essere contestata dal viaggiatore senza ritardo affinché l'organizzatore, il suo rappresentante locale o l'accompagnatore vi possano porre rimedio tempestivamente. Qualora il viaggiatore non adempia a tale ultimo onere l’organizzatore è esonerato da ogni obbligo di indennizzo e rimborso salvo che sia evidente che nessuna soluzione l’organizzatore avrebbe potuto predisporre e/o proporre per diminuire il disagio del viaggiatore.

2. A seguito della intervenuta contestazione eseguita come indicato al punto 1, il Viaggiatore può altresì sporgere reclamo mediante l'invio di una raccomandata, con avviso di ricevimento presso la sede legale dell’organizzatore che dovrà a quest’ultimo pervenire entro e non oltre dieci giorni complessivi dalla data del rientro presso la località di partenza contrattuale del viaggio.​

 

Comunicazione sul turismo sessuale obbligatoria ai sensi dell’art 17, comma 1, della legge n. 38 del 06/02/2006 VIGENTE NELL’ORDINAMENTO ITALIANO 

CULTOUR, pur essendo una organizzazione di diritto civile brasiliano ricorda che la legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la prostituzione la pornografia minorile, anche se commessi all’estero.

torna al contratto

Newsletter

abbonati e rimani sempre aggiornato sulle novità Cultour

CULTOUR OPERADORA DE VIAGENS

TURÍSTICAS EIRELI 

info@cultour.itTel: (+55) 71 3335 1062

Rua João Gomes, 88 - Sala 8
Sobrado da Praça Rio Vermelho | CEP 41950-640
Salvador - Bahia - Brasil - CNPJ 07.459.128/0001-67

Estimated shipping time - 30dd

©2020 di CULTOUR BRASILE creato da THINK TANK WEB